My books

TEXAN LIFE SERIES

tutti-i-colori-del-mio-cuoreTUTTI I COLORI DEL MIO CUORE – Prequel

https://www.amazon.it/Tutti-colori-cuore-Texan-Life-ebook/dp/B01JUX46WU/ref=sr_1_6?ie=UTF8&qid=1478523173&sr=8-6&keywords=emiliana+erriquez

Sinossi:

Marianna è una pittrice piena di sogni, timida ma determinata a raggiungere i propri obiettivi, a dare una svolta alla sua carriera anche a costo di emigrare e lasciare il suo paese, l’Italia. Quando la vita le offre un’occasione imperdibile, la ragazza la coglie al volo e parte per il Texas seguita da sua sorella Rebecca. Ad Amarillo conosce Rita, proprietaria del Sunset Art Gallery che le offre uno spazio espositivo senza precedenti e comincia a trattarla subito come una figlia.
Un giorno Marianna conosce Logan, nipote dell’esuberante Annie, amica di Rita, un’insegnante in pensione innamorata dell’Italia. Nonostante il passato torni spesso a tormentarla, la ragazza si lascia conquistare dalla natura riservata e gentile di Logan, cominciando pian piano ad abbassare le sue difese. Ma la realtà ha, all’improvviso, un risvolto inaspettato e tragico e Marianna dovrà trovare il modo di credere ancora nel suo sogno che sembra ormai impossibile da raggiungere.

Prendi la mia mano è una storia di emigrazione moderna che avviene per caso, una storia che insegna a inseguire il proprio destino interpretando i ‘segnali’ che la vita ci offre giorno per giorno e accettare quello che non siamo in grado di cambiare.

 

ti-aspettavo-da-una-vita

TI ASPETTAVO DA UNA VITA

https://www.amazon.it/aspettavo-una-vita-Texan-Life-ebook/dp/B01I42CYZO/ref=sr_1_22?ie=UTF8&qid=1478523361&sr=8-22&keywords=emiliana+erriquez

Sinossi:

Jacey, in viaggio sulla Route 66 per iniziare una nuova vita, decide di fermarsi in un diner dove incontra Ryan, vigile del fuoco in servizio ad Amarillo. Dopo uno scambio di battute all’insegna del sarcasmo, Jacey riparte alla volta del Texas dove è stata assunta come maestra presso la scuola elementare San Jacinto. Al suo arrivo viene accolta da Allie, una energica e generosa signora proprietaria della casa presa in affitto e, il caso vuole, madre di Ryan. Tra il nuovo lavoro e gli impegni quotidiani, Ryan comincia a far parte della sua vita ogni giorno di più fino a quando Jacey, determinata ad aiutare Julia la figlia di Ryan, decide di affrontarlo trovandosi però di fronte al muro che lui ha costruito negli anni.
Riuscirà Jacey ad abbatterlo? Ryan sarà in grado di fare la scelta giusta per sua figlia?

 


MY ITALIAN LIFE SERIES

IO SONO NINA – Prequel

https://www.amazon.it/Io-sono-Nina-Emiliana-Erriquez-ebook/dp/B01C5S77X2/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1478522960&sr=8-2&keywords=io+sono+nina

Sinossi:

Cresciuta in America, ma di origini italiane, Nina è arrivata nel Bel Paese solo da due mesi. Ha un lavoro che ama molto, vive in un posto incantevole sulle sponde dell’Adriatico, è pienamente soddisfatta della sua nuova vita. Si vede costretta, però, a fare i conti con stili di vita e tradizioni completamente diverse dalle proprie. Dopo un’iniziale idillio vissuto tra le braccia del suo Basso, l’uomo che ama e che l’ha portata in Italia, scopre che la vita non è tutta rose e fiori soprattutto dopo aver incontrato sua suocera, Maria. A darle una mano in questa sua nuova vita c’è Isabel, una energica donna spagnola, proprietaria della libreria in cui Nina lavora. Tra rospi amari ingoiati suo malgrado e goffi tentativi di impedire qualsiasi interferenza nella propria vita, Nina dovrà imparare a sfoderare le sue armi migliori per riuscire a gestire il rapporto con Maria senza compromettere il legame con Basso. Ci riuscirà?

IL BIANCO MI DONA – coming soon

UN INSOLITO NATALE – coming soon

—————————————————————————-

non-lasciarmi-cadere

TITOLO: NON LASCIARMI CADERE

GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA

FORMATO: EBOOK /CARTACEO

PREZZO: €1,99

STORE: AMAZON

LINK: https://www.amazon.it/Non-lasciarmi-cadere-Emiliana-Erriquez-ebook/dp/B01M7RBOLA/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1476858632&sr=8-1&keywords=Non+lasciarmi+cadere

SINOSSI:

Mentre passeggia nella sua amata campagna, una sera Lucia – giovane avvocatessa tornata nel Salento per difendere la propria terra – incontra Emilio, un appassionato agronomo che da anni aiuta suo nonno Nino a prendersi cura dei propri uliveti. Entrati subito in sintonia, i due giovani partecipano alle lotte contadine, animati dall’amore per la propria terra, dal bisogno di difendere le tradizioni e la cultura secolari. Fino a quando Emilio un giorno scopre il segreto di Lucia, continuando a restarle accanto nonostante i propri dubbi, a resistere a quelle emozioni contrastanti che sente nascere dentro, a consigliarla, a proteggerla come merita.
La vita di Lucia, che sembra aver preso una direzione precisa, a un certo punto viene sconvolta in seguito al ritrovamento di alcune lettere del nonno, lettere che contengono una verità che rischia di travolgere tutte le sue certezze. Quella scoperta servirà a farle comprendere il valore di una vita spesa all’insegna del sacrificio, lasciandole addosso tutta l’amarezza dei rimpianti e delle rinunce a cui il nonno è andato incontro solo per il suo bene. Ma le regalerà anche il coraggio necessario a fare scelte ponderate per garantire alle persone che ama un futuro diverso.

————————————————————————–

Raccontami di te
RACCONTAMI DI TE

(traduzione italiana del libro in lingua inglese NOT THIS TIME)

TRAMA:
Amira è una giovane donna che decide di dare una svolta alla sua vita e parte per l’America portando con sé tutti i sogni e le speranze di chi arriva in un nuovo paese. In California la ragazza riesce subito ad ambientarsi, a farsi nuovi amici, grazie anche al suo carattere amabile. Un giorno incontra Steve, un ragazzo americano dagli occhi verdi, iscritto alla facoltà di giornalismo della UCLA, dove lei frequenta un corso di inglese. Un incontro che, Amira non lo sa, segnerà per sempre la sua vita.
Steve e Amira si frequentano, cominciano a provare forti emozioni l’uno per l’altra senza sapere che il loro tempo è limitato e che il destino ha in serbo qualcosa di imprevedibile.
Amira all’improvviso è costretta a ritornare in Italia e a rinunciare a tutti i sogni in cui aveva cominciato a credere e, soprattutto, a Steve.
Resterà legata al suo ricordo per anni, senza riuscire a liberarsene, ma potrà l’amore sopravvivere davvero al tempo e alla distanza?
Dopo molti anni, e nuovi amori, Steve e Amira un giorno si ritrovano per uno strano scherzo del destino sotto lo stesso cielo italiano… Riusciranno a trovare il coraggio e la forza di vivere il loro amore questa volta?

http://www.amazon.it/Raccontami-di-te-Emiliana-Erriquez-ebook/dp/B017R3QFWY/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1447158177&sr=8-3&keywords=raccontami+di+te


“Un libro che racconta la forza dell’amore, pieno di emozioni, un’alchimia meravigliosa e descrizioni vivide.” Recensore USA

“Commovente e intenso, questo libro  esplora i se della vita, insieme alle seconde posssibilità” Recensore USA

“Bellissimo, intenso, meraviglioso!” Recensore ITA


Il mare è sempre lì che ti guarda
IL MARE É SEMPRE Lì CHE TI GUARDA
 Barbara e Chiara sono cresciute insieme, si conoscono dall’età di sei anni. Stessa scuola, stesse avventure, stessi problemi adolescenziali. Fino a quando Barbara non incontra Andrea, un uomo più grande che ha un tale ascendente su di lei da allontanarla dalla sua migliore amica. Dopo mesi Barbara e Chiara si rivedono e comprendono gli errori commessi, promettendosi tacitamente di non separarsi mai più. Sullo sfondo della campagna pugliese, in una incantevole Ostuni con il suo mare azzurro e le sue spiagge affollate, le due ragazze diventano insieme donne, si ritrovano sposate, Chiara persino in attesa del suo primo figlio.
Ma le cose sembrano cambiate, all’improvviso Chiara ha la sensazione che Barbara nasconda un segreto anche se non può immaginare quanto sia tragico. Con l’aiuto della sua amica, Barbara affronta quello che sembra il dolore più grande della sua vita prima che tutto all’improvviso cambi di nuovo e metta alla prova il suo equilibrio, la sua forza. Lottando per anni con i sensi di colpa, e i ricordi dolorosi che si affacciano in ogni momento della giornata, Barbara comprende quanto sia fortunata ad avere nella sua vita amore e dedizione, grazie a Chiara.
RECENSIONE A CURA DEL BLOG LETTERARIO ‘IL GIARDINO DEI GIRASOLI’:
“Quanti prima e quanti dopo viviamo mano a mano che la storia di Chiara e Barbara si chiarisce e si dipana come un filo magico, teso dalle sapienti mani dell’autrice? Se un romanzo è bello te ne accorgi leggendo anche la sinossi che lo riassume. Anche da lì riesci a capire se la storia che vuoi recensire ti piacerà a meno. Non sempre l’intuito si rivela giusto, ma il più delle volte è così. Poi inizi a leggere il prologo e ti accorgi che non puoi più fare a mano di andare avanti e, se sei costretta a smettere,provi anche un fastidio fisico, perché vuoi sapere a tutti i costi cosa si nasconde dietro qualche parola,a un accenno, a un avvertimento. Emiliana Erriquez è brava e sa scrivere. Non ci sono sbavature, non ha esitazioni, cedimenti, incertezze, quando narra. Ci prende per mano e ci introduce nella vita delle due ragazzine, che poi diventano donne e che scoprono che esiste un prima e un dopo e che, questo passaggio, può essere doloroso, ingiusto, violento e destabilizzante. Gli altri personaggi, seppur ricoprendo un ruolo importantissimo all’interno della storia, in un certo modo restano in secondo piano, fanno da comparse, da contorno a quella che è la storia di due amiche che sono legate da un amore profondo, che riesce a far impallidire anche quello che loro provano per gli uomini di cui si innamorano, ognuna con un epilogo diverso… o forse no.
“Il mare è sempre lì che ti guarda” va metabolizzato, assorbito, accettato. È un romanzo che tocca aspetti della vita che ognuno di noi ha vissuto e che potrebbe rivivere, rileggendoli. Un’altra meravigliosa, grande e immensa protagonista di questa storia è la Puglia, che l’autrice descrive con pennellate degne di uno dei migliori impressionisti. La Puglia la senti, la vivi, senti il calore del sole sulle pietre bianche, sui muretti a secco, sulle strade di campagna. La senti e la vedi, e percorri le sue strade insieme a Chiara e Barbara, mentre loro scorrazzano in giro, dapprima su un vecchio “Ciao” e poi su un’auto, quando si ritrovano, dopo un periodo di lontananza.
“Il mare è sempre lì che ti guarda” è un romanzo completo,profondo, attento e tecnicamente ben costruito. È un romanzo da consigliare a tutte le persone che hanno voglia di emozionarsi e di vivere una storia “vera” e “reale”, che non ha il sapore di una fiaba, ma quello della vita, che fa piangere, sorridere, arrabbiare,scoraggiare e infine sperare.
Se proprio dovessi fare un appunto, oserei dire che, personalmente, non amo la “d” eufonica, ma, come diceva qualcuno, queste sono quisquilie.Cinque stelle con lode.”
RECENSIONE A CURA DI SIMONA LIUBICICH: 

Con questo libro mi sento di consacrare Emiliana come autrice di innegabile spessore. Un’autrice di cui sono certa, sentiremo ancora parlare e bene.

Un lavoro che mi ha scosso nel profondo, che ha suscitato in me un caleidoscopio di emozioni contrastanti, tutte racchiuse nell’anima.

La Erriquez narra la storia con maestria, lavoro di pennello a tratti duro, a tratti cocente come il sole di quella regione che descrive, come solo una persona che l’ha vissuta può farlo. Fa caldo nel libro di Emiliana, senti il sole bruciare la pelle, l’asfalto caldo dell’estate del sud… Ascolti i rumori, i profumi e lo stato d’animo delle persone.

C’è entusiasmo nelle descrizioni che ti avvolgono in pensieri sopiti, in urla non espresse, in un susseguirsi di pathos a tratti estremamente duro.

Non farò spoiler perché questo libro va letto, va assaporato con la giusta disposizione mentale, ma vi avviso: non è per tutti. È per chi sa cogliere la profondità della vita, per chi è capace di immedesimarsi in Barbara o in Chiara, ascoltare i loro cuori, le esperienze e i drammi vissuti, forse per chi può rispecchiarsi in uno spaccato del genere. Vita vera, vita che morde e fa male, ma anche abbraccia con amore, avviluppa al caldo di emozioni che solo due amiche legate da qualcosa di forte può comprendere.

I tratti marcati, a volte falsamente distaccati della scrittura di Emiliana mettono in discussione, fanno riflettere. Una scrittura certamente non da esordiente, quella dell’autrice. Un lavoro che profuma di studio, di talento e pregio.

Posso solo far notare una cosa a Emiliana che non mi ha infastidito, ma che desidero rimarcare: i periodi un po’ troppo lunghi. La brevità dei medesimi avrebbe reso il tutto davvero perfetto.

Per il resto, posso solo complimentarmi e augurare il meglio a quest’autrice che nulla ha da invidiare a nomi patinati.

S.L.

RECENSIONE A CURA DEL BLOG ‘PASSIONE LETTURA’: Il mare accoglie la vita, spesso la dona, a volte la strappa senza pietá. Il mare é sempre lí che ti guarda.

Il mare é speranza, portatore di un futuro agognato, di un destino mai immaginato. Il mare é sempre lí che ti guarda.

 Il mare é pace, profondità raggiungibile,  cristalli di sogni portati dalla corrente. Il mare é sempre lí che ti guarda.

Il  mare  è  sempre  lì  che  ti  guarda’  le  ha  detto  una  volta  Chiara.  E  forse  ha ragione.  È  bello  sapere  di  poter  rivolgere  lo  sguardo  verso  quella  distesa  infinita  di  blu  e perdersi,  pensare  a  tutto  o  a  niente,  immaginare  un  futuro  diverso,  quasi  toccarlo. 

Giunta alla sua terza pubblicazione, Emiliana Erriquez racconta con straordinaria delicatezza la storia di Barbara e Chiara, amiche da sempre, da quando un incontro casuale ha segnato le loro vite. Due donneche non sanno vivere una senza l’altra. Due donne che il fato ha deciso di mettere alla prova nei modi piú crudeli, saggiando la forza della loro amicizia e la soliditá del legame che unisce le loro anime.

“Il mare é sempre lí che ti guarda” é un romanzo che fa sognare, ridere, piangere. É il risveglio della rabbia e della compassione, della gioia e della tristezza. É agghiacciante e pieno di calore. Prende per mano e accompagna nei meandri di una vita divenuta improvvisamente spietata.

É un libro che fa provare fragilitá, con la consapevolezza di poter divenire forti. Fa sentire la forza dell’amicizia che non si spezza, che va oltre le apparenze e riesce a cogliere le parole celate dietro i silenzi. Proprio come il mare.

Fa gustare il lato amaro di un sentimento che avvolge e consuma. Proprio come il mare.

Fa venire voglia di non arrendersi davanti agli ostacoli, affrontarli, a volte con violenza, per sconfiggerli. Proprio come il mare.

Fa provare il desiderio di bloccare lo scorrere del tempo, per assaporare all’infinito un racconto che sa di vero e profondo. Proprio come il mare.

Sembravamo innamorate, ricordi? E forse lo eravamo davvero. Il nostro è stato come un primo amore. Nessuno sapeva, Chiara. Potevamo fingere di non aver attraversato l’inferno ed essere poi rinate. Fingere che la nostra vita fosse stata sempre meravigliosa, senza tragedie, né sofferenza. Fingere di essere sempre state felici come in quel momento, così felici da non riuscire a capire come fosse di nuovo possibile. Il tempo si è fermato quel giorno, amica mia. Ci sono momenti in cui quel tempo ancora esiste e fingo di poterlo allungare all’infinito. 


Lasciami stare
LASCIAMI STARE
Due destini che si incrociano. La vita di una ragazza che si snoda attraverso i ricordi scatenati da un viaggio e quella di una bambina che sta per vivere, inconsapevolmente, una tragedia capace di sconvolgere il mondo intero per la sua portata. E l’amore che salva, come un’ancora, e che protegge, rimargina le ferite ma che forse non è sempre in grado di evitare il dolore inaspettato che il destino riserva.
Sono solo una bambinaSONO SOLO UNA BAMBINA
(racconto tratto da Lasciami stare)
In questo breve racconto viene narrata la storia di Alina, una bambina spensierata che vive tutta la leggerezza dei suoi dodici anni. L’estate è appena terminata e lei si sveglia pronta per farsi bella e vivere il suo primo giorno di scuola, ansiosa di rivedere i suoi compagni e soprattutto Svetlana, la sua migliore amica. E’ emozionata, il suo compleanno sta per arrivare e sa che sua madre non la deluderà, che ha in serbo per lei una sorpresa. Ma quello che l’aspetta, e che vive sulla sua pelle, è qualcosa che va oltre ogni sua comprensione, una tragedia che attirerà gli occhi del mondo sulla piccola cittadina, Beslan, in cui vive, una tragedia in grado di provocare sgomento e orrore e lasciare un vuoto incolmabile.
Recensione a cura di Tiziana Cazziero pubblicata sul blog Voltare pagina:
Non ho letto la sinossi e nessuna recensione prima di leggerlo, lo avevo nel mio kindle già da qualche tempo, e quando sono giunta su questo testo, mi sono affacciata alla narrazione con aspettative diverse, da quelle che realmente si sono poi manifestate in corso di lettura.
Un libro terribilmente attuale: come si spiega ai bambini chi sono i terroristi e la loro violenza? Atti deplorevoli che non conoscono vergogna, pudore, senso di colpa, individui o forse come la protagonista li chiama, dei veri mostri che non si fermano nemmeno davanti agli occhi di un bambino, di donne e uomini innocenti, colpevoli solo di essere in un posto sbagliato nel momento sbagliato.
Alina è la bambina protagonista di questa storia, è al suo primo giorno di scuola, è emozionata e felice perchè con la sua mamma parteciperà alla “parata evento” che caratterizza quel momento nel luogo in cui abita. Indossa un abito bello, un regalo speciale della sua mamma e si reca verso il luogo di cultura e crescita, la scuola, che presto si trasformerà in un inferno.
Non ci sono tante cose da dire sulla trama, questo libro va letto e vissuto tutto in un fiato, senza sosta, per giungere all’epilogo finale con tutto ciò che comporta per il lettore: emozione.
I fatti narrati sono realmente accaduti, una caratteristica di quest’autrice, che romanza con l’aiuto della sua creatività, eventi vissuti realmente. Sono solo una bambina racconta un dramma vissuto dalla protagonista quasi dodicenne, una giovane vittima che narra in prima persona quello che vede, ciò cui assiste e le emozioni che può provare nell’essere in quell’inferno costellato di colpi di arma da fuoco, violenza e atrocità senza pietà.
  • Stile
La stile è limpido, diretto, un linguaggio ben curato, adatto alla vicenda raccontata dalla voce in prima persona di  una ragazzina di dodici anni, forse in alcuni tratti potrebbe apparire una voce narrante più matura rispetto all’età espressa della giovane vittima, ma l’enfasi del racconto è anche questo, vivere e assistere non solo con quegli occhi innocenti, ma lasciarsi trasportare dalla scrittura consapevole e adatta alla trama.
  • Conclusioni
Cosa potrei aggiungere di più? Posso solo dirvi di leggerlo, una storia unica, capace di lasciare qualcosa di speciale nei vostri cuori. Una lettura attuale, forse molti cercano l’amore, ma la love story non ne è l’unica espressione, qui c’è amore, tanto e unico, indiscutibile e infinito: quello di una madre e una figlia.
Questa è una lettura consigliata, da non perdere.
Annunci